Alluminio e malattie degenerative

Archivio di tutto il materiale scientifico e non, inerente ai temi trattati nel forum
Rispondi
Chiara Falcioni
Posts in topic: 1
Messaggi: 22
Iscritto il: 23 ago 2017, 9:53
Città: Fano

Alluminio e malattie degenerative

#1

Messaggio da Chiara Falcioni » 18 dic 2017, 0:33

2014 27 ottobre; 5: 212. doi: 10.3389 / fneur.2014.00212. eCollection 2014.
Perché la propaganda industriale e le interferenze politiche non possono mascherare l'inevitabile ruolo svolto dall'esposizione umana all'alluminio nelle malattie neurodegenerative, compreso il morbo di Alzheimer.

PubMed
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25386158


Exley C 1 .
Informazioni sull'autore
The Birchall Centre, Lennard-Jones Laboratories, Keele University, Stoke-on-Trent, Regno Unito.

Astratto
Nell'età dell'alluminio, è chiaramente sgradito che l'alluminio, il metallo di maggior successo del mondo, sia implicato nelle malattie umane. È sgradevole perché per circa 100 anni gli esseri umani hanno raccolto i frutti del metallo più abbondante della crosta terrestre senza considerare seriamente le potenziali conseguenze per la salute umana. L'industria dell'alluminio è un pilastro del mondo sviluppato e in via di sviluppo e, indipendentemente dalla tirannia dell'esposizione umana all'alluminio, non può essere sfidata senza conseguenze significative per le imprese, le economie e i governi. Tuttavia, non importa quanto sia profonda la dipendenza o impensabile il ritiro, la scienza continua a documentare, se non troppo lentamente, un crescente peso corporeo dell'alluminio negli esseri umani. In questo contesto, darò il caso che sia inevitabile, sia oggi che in futuro, che l'esposizione di un individuo all'alluminio abbia un impatto sulla sua salute e stia già contribuendo, se non causando, a malattie croniche come il morbo di Alzheimer. Questa è la conseguenza logica, se non a disagio, del vivere nell'età dell'alluminio.



Rispondi

Torna a “Archivio dati”