Una storia dalla chat

Il luogo dove raccontare e condividere la propria testimonianza, per farla conoscere al mondo, per non essere dimenticati, per non essere soli
Rispondi
Eva.Martini
Staff GruppiUniti.it
Posts in topic: 1
Messaggi: 779
Iscritto il: 7 ago 2017, 23:53
Città: Schio Vicenza

Una storia dalla chat

#1

Messaggio da Eva.Martini » 5 mag 2018, 6:40


L'importanza di essere informati

Ciao. Allora questo mattina vado all'asilo di mia figlia per iscriverla. Trovo una maestra che fa le veci della segretaria. *Appena faccio l'iscrizione mi consegna l'autocertificazione per le vaccinazioni da compilare dicendomi che loro accettano solo quella. *
A questo punto inizio a spiegarle per filo e per segno la legge, le circolari, la mancanza di epidemie, l'incontro fatto con il sindaco, l'incontro con il responsabile Ats, il fatto che siamo arrivati fino a Gallera. Allora mi fa parlare con il commercialista della struttura che poi mi rimanda all'avvocato che segue l'asilo al quale spiego il tutto e soprattutto il grosso problema della legge sulla privacy. *Lui conferma il tutto dicendo alla segretaria di seguire ciò che io le diro'*. Detto ciò inizio ad illustrare con la legge alla mano il discorso della privacy.
La maestra terrorizzata mi chiede cosa deve fare per mettersi in regola. Glielo spiego e le dico che se dovesse uscire qualche dato sensibile su mia figlia la riterrò responsabile penalmente. Le ho spiegato che mia figlia finirà l'anno scolastico e mi ha risposto che se dovessero ritirarsi 4 bambini essendo una struttura piccola possono anche chiudere. Il tutto dopo 2 ore di incontro.
Quindi chi porterà il proprio figlio alla scuola materna Tisi Bresciani di Lonato non avrà problemi.
Questo a riprova del fatto *che se un genitore si presenta preparato, determinato e con le leggi alla mano potrà trovare anche il più ferreo sostenitore delle vaccinazioni, ma quando lo si pone di fronte alle proprie responsabilità penali, che sia un pediatra, un sindaco o un dirigente scolastico, nessuno vuole rischiare del suo*.
E siccome prima di questa legge assurda c'è ne sono altre che ci tutelano, sopra a tutte la Costituzione, dobbiamo far valere i nostri diritti e quelli dei nostri figli che non possono farlo!!


Ultimo bump di Eva.Martini effettuato il 5 mag 2018, 6:40.



Rispondi

Torna a “Le nostre storie”